RIPRISTINO E RIFACIMENTO INTONACO

Ripristino di intonaci ammalorati da umidità, infiltrazioni ed efflorescenze

Il ripristino e/o rifacimento degli intonaci ammalorati dal tempo è un intervento a salvaguardia sia del decoro degli immobili sia a protezione della muratura perimetrale: dai classici sintomi di infiltrazioni, umidità di risalita ed efflorescenze saline che ne deteriorano l'estetica e ne provocano anche il distacco dal supporto laterizio.

Proponiamo anche intonaci rinforzati che migliorano le resistenze meccaniche evitando la formazione di crepe/cavillature derivanti ad esempio da un intenso traffico stradale limitrofo.

INTONACI NATURALI E BIOEDILIZIA

Il termine BIOEDILIZIA, si riferisce a particolari metodi costruttivi e materiali provenienti dalla natura. Ovviamente questi ultimi sono naturali e perciò non prodotti artificialmente dall'uomo. Diversamente dal solito nel settore edilizio dove si usano e si sono usati per migliaia di anni materiali per la costruzione creati dall'uomo come: il ferro, il cemento.

La BIOEDILIZIA sfrutta prodotti della natura per la realizzazione di strutture, opere edifici realizzati in materiali ecocompatibili. Un buon esempio moderno sono le case, di solito villette, realizzate interamente in legno di pino od altri materiali, usati a seconda della facilità di reperimento nelle varie nazioni mondiali, che vengono realizzate con travi di legno disposti a sandwich con pareti esterno e interno con camera d'aria isolante.

Queste strutture, se ben costruite, riescono infatti a riprodurre le pareti e le strutture di abitazioni così dette “tradizionali”. I vantaggi delle costruzioni in legno sono:

  • Benessere e comfort abitativo
  • Ecocompatibilità eccezionale
  • Alta protezione termica
  • Assenza di umidità
  • Statica e antisismica
  • Prefabbricazione
  • Isolamento acustico elevato
  • Protezione antincendio
  • Durabilità e manutenzione

Con la BIOEDILIZIA si riscoprono stili di vita ormai andati in disuso. Ad esempio: la luce esterna può aumentare la luminosità degli ambienti interni riducendo la necessità di consumare energia elettrica; le applicazioni di pannelli solari che sono generalmente di due tipi:

  • Il pannello solare termico, che usa l'energia del Sole per riscaldare dell'acqua o altri fluidi, generalmente per il riscaldamento dell'abitazione o per l'acqua calda
  • Il pannello solare fotovoltaico, che usa celle solari per convertire l'energia del Sole (radiazione elettromagnetica) in elettricità, grazie all'effetto fotovoltaico.

L'uso delle risorse naturali e rinnovabili anche nel raffrescamento degli ambienti tramite l'uso di condotti d'aria sotterranei o mediante una gestione delle ventilazioni naturali o dei movimenti d'aria. Come nelle estati torride degli anni '70 si trovava piacevole refrigerio aprendo la porta di casa e facendo circolare l'aria fresca delle scale. Piccoli stratagemmi del nostro passato che l'eco-architettura riutilizza in modo scientifico. Il raffrescamento naturale evita di ricorrere ai climatizzatori elettrici con grande risparmio di energia elettrica in bolletta e con grande abbattimento dell'inquinamento esterno.

La bioedilizia disegna un nuovo concetto di "edilizia verde" nel pieno rispetto dell'ambiente, con una minore spesa per chi ci abiterà. L'edilizia verde può ridurre del 50% la spesa energetica delle famiglie e abbattere l'inquinamento di CO2 prodotto dal riscaldamento, l'illuminazione e la climatizzazione non riduce in alcun modo il piacere di vivere la propria casa, anzi ha come scopo proprio il miglioramento del benessere e della qualità della vita.

Le nuove abitazioni godono infatti di particolari accorgimenti tali da ridurre l'inquinamento e i consumi e le spese senza intaccare le comodità del vivere moderno. È pertanto una risposta alla ricerca di una qualità della vita migliore ormai perduta nella congestione delle città moderne. In breve, la bioedilizia ha talvolta costi maggiori, ma consente un vantaggio in termini di benessere e di risparmio in bolletta, oltre ad aumentare il valore patrimoniale dell'immobile.

INTONACI DEUMIDIFICANTI E BARRIERE CHIMICHE

L'utilizzo di un intonaco deumidificante macroporoso traspirabile garantisce l'evaporazione dell'acqua dal muro verso l'esterno, svuotando l'ambiente dell'umidità, e permette contemporaneamente la formazione di una barriera contro l'umidità di risalita, con il risultato di asportare le efflorescenze saline e di asciugare la muratura.

INTONACI ARMATI PER CONSOLIDAMENTO MURARIO

La maggior parte delle costruzioni esistenti nei centri storici delle città europee è costituita da muratura ordinaria di mattoni, ciotoli o pietra. In relazione alla dimensione e alla forma degli elementi, alla loro provenienza, al tipo di blocco e alla qualità della malta, si possono trovare svariate tessiture per le murature.

Frequentemente questi edifici presentano muratura a paramento multiplo, provviste o meno di un’effettiva connessione tra gli stessi. In presenza di azioni sismiche, le pareti verticali sono soggette ad elevate azioni orizzontali nel piano (taglio) e fuori piano (flessione).

Gli interventi di consolidamento murario mediante INTONACO ARMATO si realizzano attraverso l’abbinamento di due diversi elementi: MATRICI (malte) e RINFORZI (reti o tessuti).

©2010-2020 Art Deco di Sechi geom. Luca | P.Iva 02018710349
Sede legale: Via Giulio e Giacinto Sicuri, 62/a - 43124 Vigatto (PR) | Sede operativa: Via Cassio Parmense, 3 - 43123 Parma
Policy Privacy | Web by ABoh